Orchestra

Il Festival della Canzone Friulana nasce a Pradamano il 18 luglio 1959, promosso dalla Scuele Libare Furlane e grazie all’impegno di autorevoli esperti della lingua e delle tradizioni friulane – i professori don Domenico Zanier e Tarcisio Todero ed il maestro Mario Argante.

Dopo alcuni anni di fervente attività, la presidenza del comitato organizzatore del Festival viene assunta nel 1961 dal sindaco di Pradamano Antonio Bonino e dal Cavalier Bruno Sincerotto, affermato mobiliere già presidente della Pro Loco di Pradamano.

Da quell’anno e fino al 1971 il Festival diventa, nei tre giorni estivi nel parco di Villa Giacomelli, la kermesse musicale più importante del Friuli Venezia Giulia, tanto da ospitare oltre ai cantanti locali, artisti di fama quali Enzo Tortora, Enrico Montesano, Lino Toffolo, Gino Bramieri, Ric e Gian, Wilma De Angelis, Mario e Pippo Santonastaso, Arturo Testa, Memo Remigi, Cochi e Renato, Pino Donaggio. La manifestazione riscuote crescenti ed ampi consensi. L’impegno degli organizzatori è evidente e si riscontra nel livello artistico dei partecipanti, nella cura dei dettagli e degli allestimenti, unici per l’epoca, nell’attenzione dedicata agli strumenti di comunicazione.

Le canzoni selezionate e vincitrici rispecchiano i valori del Festival della Canzone Friulana. “Le antiche tradizioni friulane, i ricordi tramandati dai vecchi alle nuove generazioni, i cari emigranti, la schiettezza e la semplicità delle nostre genti” sono i temi trattati dai brani in quegli anni, rappresentano lo “spirito del Friuli” e caratterizzano la kermesse come importante memoria storica e specchio dei tempi.

In breve la fama del Festival valica i confini regionali, tanto da destare l’attenzione di importanti testate nazionali come il Corriere della Sera.

Nel 1977 il Festival viene riproposto a Udine, nell’insolita cornice del palasport Primo Carnera, unica struttura in grado di contenere il grande seguito che questa manifestazione negli anni riscuote.

L’organizzazione, per mantenere un alto livello qualitativo e musicale, inizia ad avvalersi di un team di grandi nomi: la regia viene affidata a Spartaco Vidon, affiancato da Guido Cornetta, la direzione artistica passa a Luigi Braidotti, mentre Bruno Fabretti inizia a curarne le pubbliche relazioni.

Nel 1978 alla squadra di professionisti si aggiunge il giornalista della Rai Giancarlo Deganutti. Le ultime due edizioni, svoltesi sempre al palasport Carnera, sono datate 1980 e 1986.

Megan Stefanutti

Il 2010 ha rappresentato l’anno del ritorno del Festival della Canzone Friulana, dopo 24 anni di assenza dai riflettori, grazie allo sforzo organizzativo intrapreso dai Comuni di Manzano, Buttrio, Corno di Rosazzo, Pavia di Udine, Pradamano, Premariacco, San Giovanni al Natisone e alla collaborazione della Regione Friuli Venezia Giulia, della Provincia di Udine, dell’ARLeF – Agjenzie Regjonâl pe lenghe furlane, con il sostegno della BCC di Manzano e della Fondazione Crup e il patrocinio del Comune di Udine e della CCIAA di Udine.

La finale si è svolta nella prestigiosa cornice del Teatro Nuovo Giovanni Da Udine, registrando il tutto esaurito; una serata ricca di emozioni all’insegna delle tradizioni e della cultura del Friuli che ha dimostrato la musicalità della nostra lingua.

Un percorso durato due anni con una serie di azioni mirate preparatorie, attraverso laboratori con gli interpreti ed incontri con il Direttore artistico Valter Sivilotti e grazie alla collaborazione tecnico-organizzativa della Pregi s.r.l. di Renato Pontoni e di altri importanti attori coinvolti, che si è concluso con il trionfo di Megan Stefanutti con il brano I VUES DI DIU Scritta da A. Giavitto. Al secondo e terzo posto si sono invece rispettivamente classificati Flaviano Miani con AL VIGNARÂ SEREN, autore del brano insieme a E. Driussi, e Debora Cutugno con DENANT DI TE di S. Montello e C. Mauro.

Il 29 settembre 2012 il Festival della Canzone Friulana sarà di nuovo protagonista al Teatro Nuovo Giovanni da Udine: ancora una volta i migliori autori ed interpreti in marilenghe, selezionati attraverso il bando pubblico di concorso da una giuria qualificata ed accompagnati nel corso della serata dall’orchestra Mitteleuropea e dalla East Cargo Band, si contenderanno il prestigioso riconoscimento.