Articoli

“Raccontar canzoni” – Al chiaro di Luna

Lunedì 29 luglio ore 21.30 nell’ ex Convento dei Teatini di Lecce, per la rassegna concertistica di OLES “Al chiaro di luna”, lo spettacolo RACCONTAR CANZONI di e con Giò Di Tonno, accompagnato dall’Orchestra OLES – Orchestra Sinfonica di Lecce e del Salento, diretta da Valter Sivilotti. Lo  spettacolo è un talk musicale con la partecipazione di Nabil Bey (Radiodervish) e la regia di Marco Caronna, che sarà anche speaker della serata incentrata su brani tratti dal musical “Notre Dame de Paris”, un medley di successi di Lucio Dalla e testi famosi della canzone italiana.

Il mio canto libero – Mogol

Giovedì 2 maggio ore 20.30 all’ Auditorium di Parma “Il mio canto libero”, spettacolo di MOGOL, il grande autore di canzoni,  nuovamente presentato, dopo il tutto esaurito dello scorso 31 gennaio e le molteplici richieste di chi non aveva potuto assistere, con la stessa finalità benefica del primo concerto (sostenere l’Hospice Piccole Figlie attraverso l’impegno dell’Associazione Onlus Claudio Bonazzi guidata da Antonio Maselli e Mimma Petrolini) e con un cast inalterato. Il viaggio musicale nell’universo di colui che è considerato uno dei più grandi “creatori” di testi della musica italiana avrà quindi la regia di Marco Caronna, la presenza della Filarmonica Toscanini diretta da Valter Sivilotti e di Andrea Salvini, il sestetto vocale D’Altrocanto e, naturalmente, la presenza sul palco di Mogol.

Mogol – Il mio canto libero. Viaggio musicale nell’universo Mogol

Giovedì 31 gennaio ore 20.30 all’Auditorium Paganini di Parma, “Mogol – Il mio canto libero. Viaggio musicale nell’universo Mogol” con la Filarmonica Arturo Toscanini diretta da Valter Sivilotti, con la voce di Andrea Salvini e la regia di Marco Caronna e la partecipazione del Sestetto vocale d’Altrocanto. Presenta Francesca Strozzi.

con la partecipazione straordinaria di MOGOL: la sua straordinaria cultura e la sua fantasia infatti l’hanno reso un grande scrittore, autore di testi e produttore e gli hanno permesso di lavorare con i migliori artisti del panorama musicale italiano. La sua prolifica attività conta oltre 1500 testi.

Con Mogol e le sue canzoni una serata benefica volta alla raccolta di fondi promossa dall’Associazione Claudio Bonazzi, Pro Hospice Piccole Figlie in collaborazione con GIA – Gruppo Imprese Artigiane, Fondazione Arturo Toscanini, con il Patrocinio del Comune di Parma e con il contributo di Azimut-Wealth Management.

Associazione Claudio Bonazzi, Pro Hospice Piccole Figlie/ è sorta nel 2009 con lo scopo di far conoscere questa realtà e di spiegarne l’importanza, nonché di raccogliere fondi per poter essere di aiuto e di supporto anche in modo concreto attraverso il progetto: “Una mano per l’Hospice” che ha fatto dello slogan: “Non aggiungere giorni alla vita, bensì più vita ai giorni”, un importante presupposto alla base del percorso intrapreso, per dare alla Persona malata un’attenzione particolare che la aiuti a ritrovare la propria dignità, fornendogli sollievo, serenità ed anche speranza. Avviene tutto questo all’Hospice. L’Associazione Onlus Claudio Bonazzi pro Hospice è stata creata, quindi, per promuovere azioni al fine di divulgare gli scopi, la finalità e l’attività del Centro Cure Palliative “Piccole Figlie” di Parma e, non ultimo, raccogliere fondi per aiutare il Centro.

Biglietteria Auditorium Paganini (via Toscana, 5/a)
Gioielleria Carboni (via Mazzini 5/a)
Edicola Menotti Tatiana (via Farnese, 1)
Mimma Petrolini – Associazione Onlus Claudio Bonazzi – cell. 339 49 10 463.

Giò Di Tonno – Raccontar canzoni

Sabato 26 maggio ore 21 al Teatro Miotto di Spilimbergo e domenica 27 maggio ore 21 al Teatro Ristori di Cividale del Friuli (Ud), andrà in scena lo spettacolo “Raccontar Canzoni”, un recital di altissimo livello di e con GIò DI TONNO, accompagnato dall’ Orchestra Sinfonica dell’Accademia Naonis di Pordenone, diretta da Valter Sivilotti che ha curato anche tutti gli arrangiamenti,  il Coro di Voci bianche VocinVolo diretto da Lucia Follador e lo straordinario Gorni Kramer Quartet, un gruppo internazionale composto da un musicista sloveno, due italiani e un serbo Premiati due giovani cantanti, Jessica Interdonato e Nicola Bassi che, selezionati da Giò durante il workshop organizzato da ArteVoce Voice Academy , si esibiranno con lui durante le due serate.

Un appuntamento dalle molte sfacettature quello che propone l’Associazione Canzoni di Confine insieme all’Accademia Naonis: in questa occasione alcuni giovani e talentuosi musicisti delle province di Udine e Pordenone avranno la possibilità di esibirsi con la star internazionale Giò Di Tonno, ospite fisso sulle reti RAI e divenuto famoso per l’ interpretazione di Quasimodo, il campanaro del musical “Notre Dame de Paris” di Riccardo Cocciante.

L’Orchestra Naonis di Pordenone è composta da una trentina di elementi e raggruppa  alcuni dei migliori giovani musicisti friulani, e si propone di valorizzare i nuovi talenti della Regione.
Il Coro Voci bianche/giovanile VocinVolo è composto da cinquanta coristi dagli otto ai venticinque anni, diretti dal M° Lucia Follador; accompagneranno insieme all’orchestra, tutti i brani dello spettacolo, appositamente arrangiati dal M° Valter Sivilotti.
La regia dello spettacolo è affidata a Marco Caronna, musicista, attore e regista teatrale, che curerà i tempi e le entrate in scena di ogni artista. Inoltre sarà lui stesso presentatore dello spettacolo e farà da collegamento tra i vari momenti che compongono il musical, creando dei simpatici siparietti.
Giò di Tonno ha iniziato da giovanissimo a Sanremo, con la canzone “Senti uomo”. Presente anche nel 1995 nello stesso anno pubblica suo primo album “Giò Di Tonno”, apparendo in vari programmi (Maurizio Costanzo Show, Domenica in, In famiglia e Tappeto volante). Oltre a un intenso lavoro dal vivo nelle tournée, ricopre il ruolo di direttore artistico del primo Laboratorio per cantautori, assieme a Franco Fasano, Max Gazzè, Franco Bixio, Matteo Di Franco. Collabora con Antonella Ruggiero, prima di essere chiamato, dal 2002 al 2004, a interpretare il personagio centrale di Quasimodo nella versione italiana del fortunato musical Notre Dame de Paris, in una lunghissima tournée. Insieme alla cantante argentina Lola Ponce, sua partner in Notre dame de Paris, partecipa al Festival di Sanremo nel 2008, vincendolo con la canzone Colpo di fulmine, scritta da Gianna Nannini. Di Tonno è un talento poliedrico, come ha dimostrato vincendo l’edizione 2012 della trasmissione Tale e Quale di Rai Uno.

Evento organizzato in collaborazione con Folkest.

Per info prevendite tel. 0427-51230 www.folkest.com

Giò Di Tonno e l’ Orchestra Toscanini

Giò Di Tonno

Sabato 23 maggio alle ore 21, al Teatro Nuovo di Salsomaggiore Terme (Parma), andrà in scena “D’ ALTROCANTO”, lo spettacolo con Giò Di Tonno e l’Orchestra Regionale dell’Emilia Romagna “Arturo Toscanini”, che con gli arrangiamenti dei M° Alessandro Nidi e Valter Sivilotti, veste di musica tutto il cammino… Un grande suono per una grande voce… In scena, a raccontare il filo rosso che sfocia nella musica, c’è Marco Caronna, affabulatore, manipolatore di parole che vanno sempre dalla poesia allo sberleffo, a districarsi tra la storia di Jesse Owens e quella dei due ladroni che affiancarono Cristo… Spettacolo realizzato all’interno del progetto R-ESISTENZE.

GIO’ DI TONNO La voce cantante

MARCO CARONNA La voce narrante

ALESSANDRO NIDI Il Maestro di musica

Dario Vergassola a Canzoni di Confine

dario-vergassola-kilimangiaro

Sabato 9 maggio, alle ore 21, all’ Auditorium Comunale di Talmassons (Ud) e domenica 10 maggio, alle ore 15:30, alla Sala Vittoria di Fagagna (Ud), “Talk Radio – La ballata delle acciughe” con Dario Vergassola con è il protagonista di Canzoni di Confine 2015. Con Dario Vergassola (L’autore) ci saranno Marco Caronna (Lo Speaker), Valter Sivilotti (Il Maestro del Pianoforte), Giorgio Fritsch (batteria), Romano Todesco (contrabbasso), Artevoce Ensemble (vocals), in collaborazione con l’ Orchestra dell’ Accademia Naonis. La regia è di Marco Caronna. Arrangiamenti e direzione di Valter Sivilotti.

La manifestazione è realizzata con il sostegno della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, della Fondazione CRUP e dei Comuni di Talmassons e di Fagagna.

Giò Di Tonno – Talk Radio

TALKRadio_Salsomaggiore2013

Sabato 11 maggio ore 21 presso il Teatro Nuovo di Salsomaggiore Terme, TALK RADIO con la voce di Giò Di Tonno, la regia di Marco Caronna, voce fuori scena di Paolo Rossini, ai pianoforti Alessandro Nidi e Valter Sivilotti.

…una radio accesa dopo mezzanotte, Talk Radio vorrebbe essere una trasmissione radiofonica…Notturna, imprevedibile e imprevista perfino dallo stesso Giò Di Tonno, malcapitato ospite che forse voleva solo cantare. Seduto, davanti al microfono lo speaker, un affabulatore visionario, trasmette solo dopo mezzanotte portando gli artisti-ospiti in una surreale intervista in cui tutto è disordinato… libero… A dar man forte allo speaker due pianisti, personaggi-musicisti, complici che recitano attraverso i tasti bianchi e neri. In mezzo a questa intervista teatrale, Giò ripercorre il suo cammino di cantautore, sempre in bilico tra la canzone e il racconto. A mischiare ancora di più le carte si aggiunge la voce fuori scena di un misterioso ascoltatore che telefona in trasmissione…è un killer annoiato e confusionario e non si sa bene chi vuole uccidere… Sarà vero?

Biglietteria Ufficio IAT Salsomaggiore Terme Piazzale Berzieri +39 0524580211 info@portalesalsomaggiore.it e solo il giorno dello spettacolo dalle ore 18 al Teatro Nuovo, Viale Romagnosi 24

 

 

Giò

Talk Radio a Canzoni di Confine

Giò

Canzoni di Confine 2013 – Rassegna di Canzoni d’Autore Presenta: TALK RADIO con Giò Di Tonno, Elsa Martin e Marco Caronna, sabato 26 gennaio 2013 presso l’Auditorium di Talmassons (Ud) e domenica 27 gennaio 2013 presso il Teatro Vittoria di Fagagna (Ud)

Con la voce di Giò Di Tonno, l’orchestrazione e  la direzione di Valter Sivilotti e la regia di Marco Caronna, quest’edizione di Canzoni di Confine presenta un modo nuovo di fare concerto…

…capita, a volte, di viaggiare di notte, in un qualsiasi posto del mondo, con la radio accesa.

Capita di fermarsi ad ascoltare le voci di gente che ci sembra di conoscere…

Capita che una di queste voci sia quella di Giò Di Tonno, e capita che il suddetto Giò sia completamente libero… Libero di andare con la voce dove vuole e

capita che lo speaker della radio, Marco Caronna, sia uno stralunato affabulatore che guarda più a Bogossian o a Lenny Bruce che ai venditori di musica… E che non si capisca mai bene dove voglia andare a parare…

Capita, come solo in quel territorio che non si sa se appartiene ai sogni o alla realtà può capitare, che in questo studio di specchi deformanti, ci sia anche una orchestra… Venti persone che appaiono e scompaiono, proprio come nei sogni… Anche loro liberi… Liberi di viaggiare da “Notre Dame de Paris” ai “Promessi Sposi”… Dai francesi alla canzone d’autore… Quello che Giò ha respirato e quello che ha scritto nel suo cammino di musico…

Capita che vada quindi in scena un canovaccio d’autore… Con l’attenzione al racconto e allo sberleffo… Parole e musica che seguono lo spartito, sempre pronte però ad andare dove un programma radiofonico, in una notte qualunque, in un posto qualunque, deve essere sempre libero di andare…

Valter e Neri

Neri Marcorè

Valter e Neri

Con gli arrangiamenti originali e la direzione di Valter Sivilotti, Neri Marcorè interpreta con passione alcuni brani composti dai suoi amici cantautori, da Fabrizio a Cristiano De Andrè, da De Gregori a Fossati, da Ligabue a Bennato, da Pacifico a Edoardo De Angelis, da Lucio Dalla all’amato maestro James Taylor. Un repertorio vario, importante, scelto con grande attenzione, che Neri Marcorè, uno degli artisti più amati dal pubblico italiano, affronta accompagnato dalla sua band ed eccezionalmente per le due serate da due importanti orchestre italiane.

Lunedì 29 ottobre 2012 al Teatro Comunale G. Verdi di Gorizia alle 20.45 con la partecipazione straordinaria dell’Orchestra dell’Accademia Naonis di Pordenone, martedì 30 ottobre 2012 al Teatro Duse di Bologna con il Collegium Musicum dell’Università di Bologna.