Articoli

Omaggio musicale itinerante a Giovanni Antonio de’ Sacchis detto  IL PORDENONE

Domenica 9 dicembre 2018 alle ore 14.30 – TORRE, Chiesa dei SS. Ilario e Taziano, alle ore 15.30 – PORDENONE, Museo Civico d’Arte di Palazzo Ricchieri, alle ore 16.30 – PORDENONE, Duomo Concattedrale di San Marco, verranno eseguite le composizioni originali di:
– Bortoluzzi Jody
– Domini Alessio
– Squillaci Roberto

vincitori del Concorso di Composizione deidicato alle opere del Pordenone, con la partecipazione dei Solisti dell’Accademia Musicale Naonis e Alberto Gaspardo all’organo.

L’Accademia Musicale Naonis di Pordenone in collaborazione con l’Associazione Canzoni di Confine, al fine di richiamare l’attenzione sull’opera pittorica di Antonio De Sacchis detto “Il PORDENONE”, ha organizzato un concorso mirato alla composizione di nuovi brani musicali ispirati alle opere de “Il Pordenone” presenti in Città. Il concorso nasce con la volontà di favorire la composizione di nuovi brani, di incoraggiare la creatività in campo musicale per omaggiare il massimo pittore friulano rinascimentale, per l’occasione, fonte di ispirazione per giovani compositori della nostra Regione. Le opere a cui ispirarsi erano le seguenti:

La pala della Madonna con Bambino e Santi, Chiesa dei SS. Ilario e Taziano di Torre
La Pala con la Madonna della Misericordia, Duomo Concattedrale S. Marco di Pordenone
La Pala di San Gottardo, Museo Civico d’Arte di Palazzo Ricchieri a Pordenone

Durante il concerto, le opere pittoriche da cui  traggono ispirazione i brani  musicali verranno illustrate dalle guide turistiche dell’Associazione  Guide l’Angolo Nordest. INGRESSO LIBERO

Evento inserito nell’ambito del calendario NATALE A PORDENONE

Katia Ricciarelli – 1° Memorial Beniamino Gavasso

Giovedì 29 novembre ore 21 al Teatro Comunale G. Verdi di Pordenone, Concerto di Katia Ricciarelli. L’Accademia Musicale Naonis di Pordenone, in collaborazione con i cinque Club Rotary della Provincia di Pordenone, quest’anno ha stabilito di abbinare il suo prestigioso Galà al 1° Memorial Concert Beniamino Gavasso, fondatore e ideatore dell’Accademia Musicale Naonis.

Katia Ricciarelli, soprano di fama internazionale, con al suo attivo tappe di straordinario prestigio nei teatri di tutto il mondo, quest’anno raggiunge 50 anni di carriera e l’Accademia Naonis, con i suoi 20 anni di carriera, ha il piacere di condividere questo traguardo con la stella del bel canto.

Il grande repertorio affrontato in carriera da Katia Ricciarelli, verrà rielaborato e presentato al pubblico pordenonese nella serata del 29 novembre 2018 al Teatro Verdi di Pordenone, in una forma nuova e piena di spunti legati alla contemporaneità. Le canzoni e le arie d’opera verranno presentate, ed eseguite in modo da tessere un viaggio nella vita di Katia Ricciarelli, e saranno la perfetta colonna sonora del racconto fatto in prima persona dal soprano intervistato sul palco da Marco Carrozzo.

Durante la serata interverrà anche il tenore FRANCESCO ZINGARIELLO.

La direzione sarà affidata ai maestri Valter Sivilotti e Alberto Pollesel.

Inoltre, alla serata parteciperà la vincitrice del CONCORSO “MEMORIAL BENIAMINO GAVASSO”.

L’audizione del concorso si terrà a Sacile il 28 novembre 2018.

Antonella Ruggiero – Quando facevo la cantante

A novembre, è in uscita “Quando facevo la cantante”.
6 CD, 115 brani che raccolgono il meglio delle registrazioni live dal 1996 ad oggi insieme a brani, registrati sia in concerto che in studio, mai pubblicati finora nella discografia di Antonella Ruggiero. Un lungo viaggio attraverso le mille sfumature della sua ricerca musicale compiuta nel corso della sua carriera solista. All’interno del cofanetto 8 arrangiamenti di Valter Sivilotti, con l’Orchestra del Teatro Massimo di Palermo, l’Orchestra della Accademia Naonis di Pordenone e l’Orchestra dei Pomeriggi Musicali di Milano.

Concorso Memorial Beniamino Gavasso

Mercoledì 28 novembre 2018 l’ Accademia Naonis di Pordenone, allo scopo di incrementare e valorizzare le competenze musicali dei giovani, con il sostegno dei cinque Club Rotary della Provincia di Pordenone, verrà organizzata a Sacile un’audizione con apposito concorso per selezionare il soprano che si esibirà in Teatro, grazie alla collaborazione dell’Associazione Musicale Vincenzo Ruffo e del Comune di Sacile. La giuria del concorso sarà composta da direttori artistici, cantanti lirici e operatori musicali di fama internazionale, fra cui il celebre soprano KATIA RICCIARELLI e il tenore FRANCESCO ZINGARIELLO.

Maggiori informazioni su www.accademianaonis.it/home

Concorso di Composizione

Omaggio musicale itinerante a
Giovanni Antonio de’ Sacchis detto
IL PORDENONE

L’Accademia Musicale Naonis di Pordenone in collaborazione con l’Associazione Canzoni di Confine, al fine di richiamare l’attenzione sull’opera pittorica di Antonio De Sacchis detto “Il PORDENONE”, organizza un concorso mirato alla composizione di nuovi brani musicali ispirati alle opere de “Il Pordenone” presenti in Città.

Scadenza presentazione 24 novembre 2018.

Il concorso nasce con la volontà di favorire la composizione di nuovi brani, di incoraggiare la creatività in campo musicale per omaggiare il massimo pittore friulano rinascimentale, per l’occasione, fonte di ispirazione per giovani compositori della nostra Regione. Le opere a cui ispirarsi saranno le seguenti:

La pala della “Madonna con Bambino e Santi ” Pordenone Torre nella Chiesa dei Santi Ilario e Tiziano,
La Pala con la Madonna della Misericordia,
La Pala di San Gottardo Al Museo Civico di Palazzo Ricchieri

Castello di Rubbia – Musiche della Grande Guerra

Lunedì 15 Ottobre alle ore 20.30 a San Michele del Carso, presso il “Bunker” dell’Azienda Agricola Castello Di Rubbia “Musiche della Grande Guerra”, un concerto dedicato alla Grande Guerra, con i solisti dell’Accademia Naonis (Lucia Clonfero, Simone D’Eusanio, Federico Furlanetto, Antonio Merici), Marco Bianchi alla chitarra, Luisa Sello al flauto e Sara Simondi alla voce.
Arrangiamenti di Marco Bianchi, direzione artistica di Valter Sivilotti e preparazione vocale di Franca Drioli

 

I promessi sposi musicati da Valter Sivilotti

Mercoledì 10 ottobre ore 20.30 al Teatro Verdi di Pordenone, la prima assoluta della partitura di Valter Sivilotti per il film “I PROMESSI SPOSI”, (IT 1922) di Mario Bonnard. Esecuzione dal vivo della Nuova Orchestra da Camera “Ferruccio Busoni” con l’ “Orchestra Naonis”. Direttore Massimo Belli. All’interno della manifestazione “Le Giornate del Cinema Muto” in co-produzione con Piano FVG, Sacile.

Info: www.giornatedelcinemamuto.it

Non la prima, ma certamente la più importante versione cinematografica del romanzo di Alessandro Manzoni, ad opera di un regista fondamentale della storia del cinema italiano che oggi è quasi dimenticato. Eppure la storia di Mario Bonnard, a cui le Giornate 2018 dedicano un doveroso tributo, è del tutto straordinaria: nato come attore brillante, il prototipo del dandy all’italiana, è passato presto alla regia ed è stato capace di passare con uguale fortuna dal cinema muto al sonoro. Si è cimentato in tutti i generi con gusto e grande professionalità e ha diretto nel corso della sua carriera divi come Assia Noris, Amedeo Nazzari, Aldo Fabrizi, Anna Magnani; senza dimenticare Ettore Petrolini, cha aveva fatto debuttare nel cinema. La partitura di Sivilotti per I promessi sposi, restaurato dalla Cineteca Italiana di Milano, viene eseguita dalla Nuova orchestra da camera “Ferruccio Busoni” diretta dal Maestro Massimo Belli.

L’evento orchestrale che inaugurerà ufficialmente la 37esima edizione delle Giornate del Cinema Muto è Captain Salvation (La nave dei galeotti, US 1927) di John S. Robertson, con la travolgente partitura composta da Philip Carli, che dirigerà nell’esecuzione l’Orchestra San Marco di Pordenone. Accolto all’epoca della prima uscita da recensioni entusiastiche che lo decretarono uno dei migliori film dell’anno, Captain Salvation, in cui si avverte chiara l’influenza, in termini sia di sensibilità visiva al paesaggio sia di acutezza psicologica, del maestro svedese Victor Sjöström, è, secondo il direttore del festival Jay Weissberg, “l’esempio perfetto di come anche grandi opere col tempo possano cadere nell’oblio”.

Ambientato nel XIX secolo in un villaggio di pescatori del New England, ha per protagonista il grande attore svedese Lars Hanson – una performance da tour-de-force la sua – nel ruolo di un giovane prete idealista che vuole proteggere una prostituta (Pauline Starke in un’interpretazione ricca di sfumature) dall’ira della folla puritana. Nonostante sia permeato di un Cristianesimo dal volto umano, il film evita i toni moralistici e sorprende per l’inequivocabile affermazione del diritto della donna di decidere del proprio corpo. Il regista John S. Robertson è oggi quasi sconosciuto, eppure due dei suoi lavori – Sentimental Tommy e Enchanted Cottage – compaiono nell’elenco che Alfred Hitchcock stilò nel 1939 dei suoi film preferiti di sempre.

A chiudere le Giornate la sera di sabato 13 ottobre e, in replica, domenica 14 ottobre, sarà Le joueur d’échecs (Il giocatore di scacchi, FR 1927) di RaymondBernard accompagnato dalla partitura originale di Henri Rabaud, allievo di Jules Massenet e vincitore del Prix de Rome, eseguita dall’Orchestra San Marco di Pordenone diretta dal Maestro Mark Fitz-Gerald. Dimostrazione dell’altissimo livello artistico raggiunto dal cinema muto nella sua fase conclusiva e giustamente acclamato per le scenografie visionarie del grande architetto Robert Mallet-Stevens, il film è un’affascinante combinazione di intrighi di corte e di cinema fantastico “da brivido”. Ambientato nel XVIII secolo, nello splendore delle corti di Caterina II e Stanisław Poniatowski, racconta un momento cruciale nella lotta per l’indipendenza polacca ed è tratto molto liberamente dalla storia fantastica del Barone Wolfgang von Kempelen, che con il suo leggendario automa, abilissimo giocatore di scacchi, stupì le teste coronate d’Europa.

Nel corso della settimana, numerose altre proiezioni avranno un accompagnamento musicale speciale, a partire dai due film canonici Assunta Spina di Francesca Bertini e Gustavo Serena, per il quale si esibirà il duo formato dal virtuoso del mandolino Carlo Aonzo e dal compositore e chitarrista John T. La Barbera, e L’Atlantide di Jacques Feyder, che sarà accompagnato da un ensemble di musicisti algerini. Una produzione locale presentata per la prima volta al pubblico internazionale del festival è lo spettacolo della Zerorchestra “Note dal fronte”, con le immagini della Grande Guerra dagli archivi della Cineteca del Friuli.

Per La memoria dell’altro di Alberto Degli Abbati, con Lyda Borelli e MarioBonnard, sarà eseguita una nuova partitura dagli allievi del Conservatorio Giuseppe Tartini di Trieste, con cui si rinnova una bella collaborazione. Come si rinnova l’appuntamento con i giovanissimi alunni di due scuole secondarie di Pordenone, che quest’anno si sfidano “a colpi di note ” su due comiche di Buster Keaton, The Paleface e The Scarecrow.

Gli altri accompagnamenti saranno affidati come sempre alla formidabile squadra dei musicisti delle Giornate, un insostituibile gruppo internazionale di professionisti specializzati, capaci di esaltare al meglio – al pianoforte e non solo – le qualità di ogni singolo film: Neil Brand, Günter Buchwald, Philip Carli, Stephen Horne, Donald Sosin, John Sweeney, Gabriel Thibaudeau, a cui nel tempo si sono aggiunti Frank Bockius, Mauro Colombis, Maud Nelissen, Daan van den Hurk.

Le Giornate del Cinema Muto sono promosse dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali – Direzione Generale Cinema, dal Comune di Pordenone, dalla Camera di Commercio di Pordenone e dalla Fondazione Friuli, con il sostegno di Crédit Agricole FriulAdria e PromoTurismo FVG.

 

“Fiume di Note” – Luisa Sello a Villa Varda

Martedì 28 agosto nella splendida dimora di Villa Varda di Brugnera (Pn) alle 20.45, protagonista il flauto solista di Luisa Sello a segnare il secondo, atteso appuntamento con l’articolata rassegna musicale itinerante “UN FIUME DI NOTE” dove l’artista si esibirà accompagnata dall’Orchestra Naonis di Pordenone e dal Donatello Ensemble, su musiche di Mozart, Corazza, Garzoni, Vivaldi, Ginastera e Sivilotti. Inserito nell’ambito del cartellone degli eventi che compongono il neonato Distretto Regionale del Pianoforte “Musicæ”. Organizzato dall’associazione “Amici della Musica A. Romagnoli” di Sacile.

Musicista eclettica ed innovativa, flautista dall’intensa attività solistica in Europa, Estremo Oriente, Stati Uniti e Sud America, Luisa Sello – che ha studiato a Parigi con Raymond Guiot, primo flauto dell’Operà, ed è stata una delle allieve predilette di Severino Gazzelloni – è ospite abituale di orchestre quali i Wiener Symphoniker, la Salzburger Kammerorchester, la Miami Great Symphony Orchestra, I Virtuosi Italiani e ha lavorato con l’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano sotto la direzione di Riccardo Muti.

Accanto a lei l’Accademia Musicale Naonis, orchestra pordenonese giunta ormai al suo ventesimo anno di attività, unanimemente riconosciuta fra le più rappresentative orchestre regionali con musicisti provenienti dalla nostra regione e dal vicino Veneto. A completare l’organico il quartetto d’archi fondato dalla stessa Sello, Donatello Ensemble, gruppo che abbina personali doti solistiche all’esperienza cameristica, con un repertorio che spazia dal barocco al contemporaneo in cui il flauto si integra alle sonorità degli archi.

Moca Festival Internazionale – Antonella Ruggiero

mocago04 per sito
Venerdì 10 agosto ore 21 in Piazza della Repubblica a Monfalcone (Go)concerto di ANTONELLA RUGGIERO per il MOCA FESTIVAL INTERNAZIONALE con l’Orchestra dell’Accademia Naonis diretta dal Maestro Valter Sivilotti che ha curato anche tutti gli arrangiamenti.

 

La Buona Novella – L’Aquila

 

Sabato 7 luglio alle ore 21.00 a Palazzo dell’Emiciclo a L’Aquila (Aq) “La Buona Novella” di Fabrizio De Andrè, con Simone Cristicchi, la ProgOrchestra dell’ Accademia Naonis di Pordenone e il coro del Friuli V.G. – Giovani diretti dal Maestro Valter Sivilotti In collaborazione con I Solisti Aquilani.

Evento organizzato da ArtistiAssociati – impresa di produzione teatrale di Gorizia e Teatro Stabile d’ Abruzzo.