Articoli

“Beatles” – Mitteleuropa Orchestra

 

Martedì 26 marzo ore 21.00 al Teatro Ristori di Cividale del Friuli (Ud), la Mitteleuropa Orchestra diretta da Igor Zobin in un imperdibile concerto dedicato alle canzoni dei Beatles nell’arrangiamento per orchestra sinfonica studiato per la Mitteleuropa Orchestra da Daniele Russo con la supervisione di Valter Sivilotti.

PROGRAMMA
Eleanor Rigby – Lennon/McCartney
Strawberry fields forever – Lennon/McCartney
Get back – Lennon/McCartney
Something – Harrison
Day tripper – Lennon/McCartney
Yesterday – Lennon/McCartney
Hey Jude – Lennon/McCartney
The long and winding road – McCartney
She loves you – Lennon/McCartney
Michelle – Lennon/McCartney
All you need is love – Lennon/McCartney
Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band – Lennon/McCartney
I am the walrus – Lennon/McCartney
Come together – Lennon/McCartney

“Esodo” al Teatro Sociale di Camogli

Sabato 23 marzo alle ore 21 al Teatro Sociale di Camogli (Ge), “ESODO” di e con Simone Cristicchi, con le musiche di scena e gli arrangiamenti di Valter Sivilotti.

Dopo il grande successo al Festival di Sanremo 2019 della nuova canzone Abbi cura di me – con cui ha vinto il Premio Sergio Endrigo alla miglior interpretazione e il Premio per la miglior composizione musicale – Simone Cristicchi torna in Liguria con uno dei suoi cavalli di battaglia teatrali: “Esodo”, un racconto per voce, parole ed immagini condotto da Simone Cristicchi, che trae spunto dalla vicenda storica contenuta nello spettacolo teatrale “Magazzino18”, di cui Simone Cristicchi fu magistrale interprete. Il grande successo della tournée incise a fondo nella coscienza sociale italiana, tanto da far riaffiorare una memoria (a tratti) rimossa, fra cui quella delle foibe, e dell’esodo di massa di cittadini italiani, che dopo il trattato di pace del 47 dovettero lasciare vasti territori dell’Istria, e di quella fascia della costiera adriatica, terminando così di essere geograficamente italiani.

Ensemble Variabile all’ Università dell’ Insubria di Varese

 

Venerdì 15 marzo ore 18.00 per la XVIII edizione della stagione concertistica dell’ Università degli studi dell’ Insubria di Varese, il concerto di un eccellente ensemble cameristico: l’ENSEMBLE VARIABILE presenterà un progetto intitolato “Chamber Opera”. Grazie alla voce del soprano Annamaria Dell’Oste e all’adattamento del compositore Valter Sivilotti, ascolteremo in carrellata alcune tra le più famose arie d’opera italiane, insieme a pagine originali di Spohr, Bellini e Schubert.

ENSEMBLE VARIABILE

Annamaria Dell’Oste, soprano

Claudio Mansutti, clarinetto

Federica Repini, pianoforte

LOUIS SPOHR

Sechs Deutsche Lieder op. 103

Sei stikk mein Herz

Zweigesang

Ich blick in mein Herz

Alles still in süsser Ruhe

Das heimliche Lied

Wach auf

FRANZ SCHUBERT

Der Hirt auf dem Felsen op. 129

Andantino, Allegro

VALTER SIVILOTTI

Suite d’opera italiana su pagine di Verdi e Puccini,

per soprano, clarinetto e pianoforte

Atom Heart Mother

Giovedì 14 marzo alle ore 20.45 al Teatro Comunale Pier Paolo Pasolini di Casarsa della Delizia (Pn), l’esecuzione dal vivo di “Atom Heart Mother”, capolavoro prog dei Pink Floyd con l’Orchestra dell’Accademia Musicale Naonis diretta da Alberto Pollesel, la Pink Size – Pink Floyd Tribute Band e il Coro del Friuli Venezia Giulia diretto da Cristiano Dell’Oste. Uno fra i più grandi successi della band inglese viene eseguito con decimino di ottoni, violoncello solista, band elettronica PINK SIZE, e il Coro FVG, con le composizioni originali di Marco Bianchi, Jody Bortoluzzi, Geremy Seravalle, Pink Size e la direzione artistica di Marco Bianchi con la supervisione di Valter Sivilotti.

La storia dell’Accademia Musicale Naonis di Pordenone testimonia un costante impegno nel proporre variegati programmi di musica dal vivo all’insegna dell’originalità e dell’accuratezza delle esecuzioni e questo omaggio ai Pink Floyd esprime in toto il concetto. Il progetto è frutto di un approfondito studio delle partiture ed è dedicato alla contaminazione fra rock, pop, musica sinfonica e composizioni inedite.

La punta di diamante del concerto è rappresentata, in un’impresa unica nel suo genere, dall’esecuzione integrale della celebre suite dei Pink Floyd, uno dei gruppi rock più amati di tutti i tempi, Atom Heart Mother, le cui parti orchestrali furono scritte dal giovane compositore sperimentale Ron Geesin.

Grazie al talento di Ron Geesin, Atom Heart Mother ha in sé tutti gli elementi musicali e culturali per rappresentare un preciso instante dell’arte popolare della fine degli anni Sessanta. Racchiude in se musica per film, musica concreta, registrazioni di atti quotidiani, musica per azioni sceniche, ballate post-Woodstock, tracce dei Beatles e molto ha ricevuto dalle influenze musicali dei secoli precedenti.

Il concerto rappresenta un percorso originale intrapreso dall’Accademia che si manifesta nel proporre, al fianco del grande successo dei Pink Floyd, anche proprie produzioni, legate alla contemporaneità. Verranno infatti eseguite alcune composizioni inedite elaborate da compositori emergenti della nostra Regione. Queste composizioni originali e il successo della band inglese, vengono eseguiti con decimino di ottoni, violoncello solista, band elettronica e coro. Sul palco, al fianco dell’orchestra dell’Accademia Naonis, la band Pink Size e il Coro del Friuli Venezia Giulia diretto dal maestro Cristiano Dell’Oste.

La direzione artistica è affidata al maestro Marco Bianchi con la supervisione del maestro Sivilotti, direttore artistico dell’Accademia Naonis, che curano anche gli arrangiamenti e gli adattamenti, mentre la direzione musicale è affidata al maestro Alberto Pollesel.

INFORMAZIONI E PREVENDITA BIGLIETTI

Biblioteca Comunale

via 11 febbraio, 16, Casarsa della Delizia – tel. 0434 873981/873908 – biblioteca@comune.casarsadelladelizia.pn.it

dal lunedì al venerdì 15.00 – 18.30 / lunedì e giovedì 10.00 – 12.30

la sera dello spettacolo la biglietteria del Teatro aprirà alle ore 20.00

posto unico numerato € 10 / ridotto abbonati ERT € 8

Esodo – Racconto per voce, parole e immagini

Lunedì 4 marzo alle ore 21.00 per la Stagione teatrale di Camponogara (Ve), al Teatro Dario Fo, ESODO – Racconto per voce, parole e immagini, di e con SIMONE CRISTICCHI, con le musiche di scena e gli arrangiamenti di Valter Sivilotti.

Esodo è un racconto per voce, parole ed immagini condotto da Simone Cristicchi, trae spunto dalla vicenda storica contenuta nello spettacolo teatrale “Magazzino18”, di cui Simone Cristicchi fu magistrale interprete. Il grande successo della tournée incise a fondo nella coscienza sociale italiana, tanto da far riaffiorare una memoria (a tratti) rimossa, fra cui quella delle foibe, e dell’esodo di massa di cittadini italiani, che dopo il trattato di pace del 47 dovettero lasciare vasti territori dell’Istria, e di quella fascia della costiera adriatica, terminando così di essere geograficamente italiani.

Matthew Lee

Mercoledì 27 febbraio a Belgorod Music Fest – Borislav Strulev & Friends (Russia), Matthew Lee in concerto con “Solo Piano”. Arrangiamenti di Valter Sivilotti.

Vlado Kreslin e l’orchestra sinfonica della radio di Lubiana

Mercoledì 20 febbraio, registrazione del cantautore VLADO KRESLIN e l’Orchestra Sinfonica della Radio di Lubiana diretta dal M° Valter Sivilotti.

Mogol racconta Mogol

Sabato 23 febbraio ore 21 al Teatro Signorelli di Cortona, “Mogol racconta Mogol”, concerto di Oida con Mogol, dirige il M° Valter Sivilotti. Uno spettacolo che unisce le canzoni di Lucio Battisti e Giulio Mogol. Il grande autore sul palco racconterà aneddoti e ricordi che lo legano ai nomi più importanti della musica italiana. Oida Orchestra instabile di Arezzo eseguirà brani senza tempo come «Mi ritorni in mente», «Anche per te», «La canzone del sole», «Fiori rosa, fiori di pesco». Si esibiranno nello spettacolo anche le 10 cantanti che hanno vinto il concorso Oida Voice. Mogol racconterà aneddoti legati alla sua collaborazione con Battisti e con altri big della musica italiana.

 

Esodo

Giovedì 14 febbraio alle ore 11 nella sala consiliare del Comune di Orvieto si terrà il convegno con Simone Cristicchi dal titolo “La generazione del ricordo: dalla legge 92/2004 a oggi, buone pratiche per la trasmissione e la valorizzazione del ricordo”, promosso dalla Federazione delle Associazioni degli Esuli Istriani, Fiumani e Dalmati e patrocinato dal Comune di Orvieto. In serata alle ore 21 al Teatro Mancinelli di Orvieto, “ESODO” di e con Simone Cristicchi. “Esodo” è un racconto per voce, parole ed immagini condotto da Simone Cristicchi, con le musiche di scena e gli arrangiamenti di Valter Sivilotti. Trae spunto dalla vicenda storica contenuta nello spettacolo teatrale “Magazzino18”, di cui Simone Cristicchi fu interprete. Il grande successo della tournée incise a fondo nella coscienza sociale italiana, tanto da far riaffiorare una memoria (a tratti) rimossa, fra cui quella delle foibe, e dell’esodo di massa di cittadini italiani, che dopo il trattato di pace del 47 dovettero lasciare vasti territori dell’Istria, e di quella fascia della costiera adriatica, terminando così di essere geograficamente italiani.

Al Porto Vecchio di Trieste c’è un “luogo della memoria” particolarmente toccante: il Magazzino n. 18. Racconta di una pagina dolorosa della storia d’Italia, di una complessa vicenda del nostro Novecento mai abbastanza conosciuta, e se possibile resa ancora più straziante dal fatto che la sua memoria è stata affidata non a un imponente monumento ma a tante, piccole, umili testimonianze che appartengono alla quotidianità.

Nel porto vecchio di Trieste, il Magazzino N.18 conserva sedie, armadi, materassi, letti e stoviglie, fotografie, giocattoli, ogni bene comune nello scorrere di tante vite interrotte dalla storia, e dall’Esodo: con il Trattato di Pace del 1947 l’Italia perse vasti territori dell’Istria e della fascia costiera, e circa 300 mila persone scelsero – davanti a una situazione dolorosa e complessa – di lasciare le loro terre natali destinate a non essere più italiane.

Repliche:

venerdì 15 febbraio al Teatro della Rosa di Albavilla (Como)

sabato 16febbraio al Teatro Fassino di Avigliana (To)

domenica 18 febbraio al Teatro la Fenice di Senigallia (An)

Parole di Cartone con Moni Ovadia e Mario Incudine

Mercoledì 13 febbraio ore 21 all’ Auditorium Gervasio di Matera per Matera in musica, Moni Ovadia e Mario Incudine presentano PAROLE DI CARTONE, cantata per voci recitanti, orchestra classica e orchestra popolare, con musiche originali di Mario Incudine, con Moni Ovadia, Mario Incudine, Annalisa Canfora e l’Orchestra della Magna Grecia diretta da Valter Sivilotti.

Racconti di storie di emigranti con le memorie e le musiche della popolazione siciliana e di chi vuol trovare il coraggio di lasciare la propria terra avara di piogge. Un mix toccante ed entusiasmante di parole e note che vedono Mario Incudine “il cunto rap” che ha recentemente collaborato per il cd di Biagio Antonacci e il cantastorie Moni Ovadia che da sempre narra di popoli e di ossimori sociali.

Replica giovedì 14 febbraio al Teatro Orfeo di Taranto e venerdì 15 al Teatro Monticello di Grottaglie (Ta)